Credito di imposta su investimenti in beni strumentali, formazione, sviluppo e ricerca.

Il termine Industria 4.0 si riferisce alla trasformazione dell’industria e dei sistemi di produzione grazie all’integrazione di alcune nuove tecnologie produttive con lo scopo di migliorare le condizioni di lavoro e aumentare la produttività e la qualità produttiva degli impianti.

Piano governativo Industria 4.0

Nel nostro Paese è stato varato più di quattro anni fa un piano governativo ad hoc. A febbraio 2021 il presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso la necessità di “estendere e rendere facilmente fruibile il piano nazionale della Transizione 4.0 per accompagnare le imprese nel processo di innovazione tecnologica e di sostenibilità ambientale. Il Piano nazionale Industria 4.0 ha rappresentato l’occasione per le aziende di cogliere le opportunità legate a questa rivoluzione che cambierà in maniera radicale il mondo del lavoro e le logiche produttive a livello mondiale.

Finalità del piano governativo industria 4.0

L’obiettivo di questo provvedimento è supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi. Agevolazioni e incentivi anche per PMI e Startup innovative iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Con il Piano Industria 4.0 si vuole sostenere le nuove attività nelle loro fasi iniziali.

Vediamo di seguito tutte le agevolazioni per le imprese previste dal piano governativo industria 4.0:

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.

Credito d’imposta ricerca, svilippo, innovazione e design


Stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e favorire i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.

Credito d’imposta formazione 4.0


Stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

In uno scenario che mostra chiaramente quanto ancora sia lungo il percorso della digitalizzazione il ruolo delle agevolazioni pubbliche è stato decisivo. Il successo del Piano industria 4.0 dipenderà molto dagli imprenditori e della loro capacità di cogliere incentivi e agevolazioni introdotte per la competitività e l’innovazione tecnologica. Al giorno d’oggi, investire nel digitale conviene ed è senza dubbio una scelta di successo!

Hai bisogno di aiuto ?