Oggi, avere un e-commerce è fondamentale. In tutto il mondo, le aziende che hanno un e-commerce hanno visto un notevole aumento delle loro entrate nell’arco di quest’anno. I dati statistici affermano che nel 2020 il 79% dei consumatori globali ha acquistato online. Capite bene che siamo di fronte ad una vera rivoluzione digitale. Per cui è necessario seguire i cambiamenti del mercato e adattarsi alle nuove esigenze dei consumatori.

Ma esattamente cos’è un e-commerce? In parole semplici, con il termine e-commerce si intende l’acquisto e la vendita di prodotti e servizi attraverso il web. Il negozio “reale” così come siamo abituati a viverlo smetterà di esistere per lasciare spazio all’ e-commerce. Obiettivamente i vantaggi che può offrire sono enormi: la comodità di ricevere a casa il prodotto desiderato, la comodità di acquistare qualcosa non presente nel proprio territorio, la rapidità e l’efficienza.

Come si fa a creare un e-commerce che vende?

I punti fondamentali sono 3:

1. Sapersi distinguere e comunicare la propria personalità e ciò che ci differenzia dagli altri

2. Offrire un’esperienza di acquisto semplice e funzionale

3. Offrire un servizio di customer care per il post-vendita

Insomma, aprire un e-commerce nel 2021 è sicuramente una scelta vincente, ma proprio per questo è importante farlo partendo da basi solide.
Infatti, la verità è che non è facile imbarcarsi in questo mondo se non si hanno le competenze giuste, partendo dalle piattaforme per creare siti e-commerce fino ai trucchi per vendere on-line in maniera efficace. Non basta creare un e-commerce e lasciarlo lì, sperando che fatturi da solo. I risultati che si possono ottenere sono formidabili, ma sono necessarie molteplici competenze: creazione del sito, strategia di marketing, logistica e aspetti legali, utilizzo di piattaforme e canali digitali. La buona notizia è che ad oggi, avere un e-commerce è davvero conveniente. Infatti, è possibile richiedere il credito d’imposta sull’investimento sostenuto e diversi incentivi e agevolazioni fiscali. Il fatto che l’attività si svolga online, magari da casa non significa infatti che non si debba rendere conto al fisco e alla pubblica amministrazione.
Imparare le basi dell’e-commerce attraverso tentativi ed errori non è davvero un modo intelligente o redditizio per farlo. 
Se vuoi iniziare a costruire il tuo negozio online, contattaci! Insieme possiamo trovare la strada giusta per il tuo business.

Hai bisogno di aiuto ?